A BILBO

Sapevo che un giorno te ne saresti andato
Sapevo che mi avresti straziato il cuore
Sapevo che ti avrei cercato con lo sguardo in ogni angolo di casa
Sapevo che avrei ascoltato ogni piccolo rumore che mi parlasse di te
Sapevo che a ogni pasto avrei cercato la tua ciotola
Sapevo che a ogni risveglio ti avrei cercato sul letto
Sapevo che a ogni mio ritorno non ti avrei sentito abbaiare
Sapevo che il vuoto sarebbe stato immenso

Ma quando sapevo tutto questo tu eri con me.

E fino a che tu sei stato qui tutto quello che sapevo era niente.
Era solo una minima parte di ciò che poi ho davvero imparato.

Ho imparato che ogni momento che amiamo è un dono che facciamo a noi stessi perché di quei momenti resta solo l’amore.

Ho imparato che ogni momento in cui abbiamo pazienza è un dono che facciamo a noi stessi perché di quei momenti resta solo la gioia.

Ho imparato che ogni sacrificio che facciamo è un dono che facciamo a noi stessi perché di quel sacrificio resta solo il piacere.

Ho imparato che ogni amorevole cura che offriamo è un dono che facciamo a noi stessi perché quelle cure aiutano a rimarginare le ferite.

Ho imparato che dare tutto quello che ti ho dato è una minima parte di ciò che tu hai dato a me